Prodotto di Stagione

La Bietola “o bieta”


Cosa si può fare con le bietole? Ne esiste un’unica varietà? Quale è il modo migliore di cucinarle? Piccolo viaggio in questa verdura stagionale.


Che cos’è?
La bietola o bieta è una varietà della barbabietola da orto. Di quella da coste si mangiano sia le foglie che le lunghe coste chiare, bianche e spesse. In quella invece denominata bieta erbetta le coste sono pressoché assenti e il suo utilizzo è del tutto simile a quello degli spinaci, che appartengono peraltro alla stessa famiglia. Ha generalmente foglie grandi e di colore verde scuro.
Viene coltivata un po’ in tutta Italia, soprattutto in Lazio, Toscana, Liguria e Puglia.

La cottura consigliata    
Solitamente la bietola viene bollita. Quella da coste necessita di un tempo di cottura più lungo, mentre quella da foglie, la bieta erbetta, ha una cottura più veloce. La preparazione può benissimo fermarsi qui, condendo con olio e sale, magari un po’ di pepe. Oppure continuare in padella, dove la si farà saltare con olio o burro e cipolla.

Come utilizzarla in altri piatti    
Essendo una verdura con gusto delicato, non invasivo, può essere utilizzata in diversi modi e in abbinamento con altri ingredienti.
Ottima per ripieni, sia per la pasta (come i cannelloni, ad esempio), sia per tasche di carne o rotoli, magari accompagnata da formaggio con il quale si sposa incredibilmente bene.
In mancanza di altre erbe può rappresentare anche il ripieno di un cassone verde. C’è chi la trova ottima in frittata d’uova e chi, in mancanza degli spinaci, la unisce all’impasto per fare le lasagne verdi. Insomma...di tutto e un po’.

Indicazioni nutrizionali    
Ovviamente senza grassi, è ricca di sali minerali e fibre. E’ anche una buona fonte di vitamine, tra cui la A, la K e la C. Inoltre contiene beta carotene, magnesio, ferro e potassio e quindi ha diverse proprietà benefiche sull’organismo.

Cosa comprare questo mese
FRUTTA: Arance, kiwi, mandaranci, mandarini.

VERDURA: Bietole, broccoli, carciofi, cardi, carote, cavolfiori, cavoli, cicoria, cime di rapa, finocchi, insalate, porri, radicchi,sedani, spinaci, zucche.

DAL MARE: Cefali, merluzzi, sogliole, spigole, sardine, triglie.