Alessandro Mariotti pronto per le olimpiadi invernali: “È il sogno di ogni sportivo”

L'atleta sammarinese, insieme al Capo Missione Gianluca Gatti e al tecnico federale Denis Pauletto, parteciperà ai Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang2018. Il presidente del Cons Giardi: "Dobbiamo essere orgogliosi di avere, in quel contesto, anche la nostra bandiera biancazzurra”

Mariotti in udienza dai Capitani Reggenti

[Comunicato stampa]

 

 

Presentata ieri mattina la delegazione sammarinese per i Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang2018, la decima partecipazione biancazzurra alle Olimpiadi invernali.

La delegazione sarà guidata dal Capo Missione Gianluca Gatti e sarà composta da un unico atleta: Alessandro Mariotti. A seguire l’atleta (nato il 5 novembre 1998) ci sarà il tecnico federale Denis Pauletto.

 

Alessandro Mariotti è stato ricevuto sabato mattina in Udienza dai Capitani Reggenti Matteo Fiorini ed Enrico Carattoni dalle cui mani ha ricevuto la bandiera di San Marino per la sfilata di apertura del prossimo 9 febbraio. “In un momento senza dubbio particolare della storia la Corea del Sud ospiterà i Giochi Olimpici invernali, a 30 anni esatti dalle Olimpiadi estive di Seoul del 1988 –ha detto il Presidente del CONS Giardi ai Capi di Stato-, gli oltre 7.000 atleti partecipanti di 92 paesi fanno segnare un nuovo record per le Olimpiadi Invernali, sono infatti 4 in più rispetto al 2014 le nazioni che prenderanno parte ai giochi anche se, come purtroppo sappiamo, non ci sarà la Russia i cui atleti saranno in gara sotto i colori del CIO. Non è scontato il calcolo delle bandiere e dei paesi partecipanti, come tutto il mondo sportivo auspicava infatti, fra chi gareggerà nella più importante delle manifestazioni, ci sarà anche la Corea del Nord a testimonianza di una tregua olimpica storica, di un fondamentale momento di dialogo che solamente i Giochi Olimpici possono garantire. E noi, Eccellenze, non possiamo che essere orgogliosi di avere, in quel contesto, anche la nostra bandiera biancazzurra”.

I Giochi Olimpici di PyeongChang si apriranno il 9 febbraio alle 20 locali (le 12 a San Marino) e si chiuderanno il 25 febbraio. 17 giorni di gara per 15 discipline sportive. Alessandro Mariotti arriverà a PyeongChang il 7 febbraio con volo da Roma. Assieme all’atleta, al tecnico e al Capo Missione ci saranno anche il Presidente del CONS Gian Primo Giardi (che rientrerà a metà dell’evento) e il Segretario Generale Eros Bologna. Alessandro Mariotti sarà in gara alle 10.15 locali per la prima manche dello slalom gigante maschile il 18 febbraio (la seconda manche è in programma alle 13.45) e successivamente nello speciale del 22 febbraio sempre alle 10.15 la prima manche e alle 13.45 la seconda. Le gare di sci alpino si corrono sulla pista di Yongpyong.

Mariotti ha già difeso i colori di San Marino ai Giochi Olimpici Giovanili di Lillehammer (YOG) nel 2016 chiudendo lo slalom speciale al 32esimo posto e il gigante al 30esimo. Due le partecipazioni dell’atleta sammarinese ai Campionati del Mondo, nel 2015 a Vail (USA) e nel 2017 a St.Moritz (SUI), in entrambi i casi non è riuscito a completare lo Slalom Speciale mentre nel gigante ha ottenuto un 90esimo e un 52esimo posto; da segnalare però gli accessi alla finale mondiale conquistati nello speciale del 2015 e nel gigante del 2017. Tra le partecipazioni internazionali spiccano quella agli EYOF 2015 e alle edizioni 2016 e 2017 della SES Cup con un podio in slalom nel 2016 in Libano. La delegazione sammarinese sfilerà con l’abbigliamento dell’azienda Pietro Vitalini che ha predisposto anche la tuta per Mariotti. Il casco dell’atleta sammarinese sarà di SH+, l’abbigliamento “da passeggio” sarà di Karpos, le scarpe AKU mentre gli sci e l’attrezzatura sono di Nordica. Al termine dell’Udienza Alessandro Mariotti insieme al Capo Missione Gatti, accompagnato dai vertici del CONS e dal Segretario di Stato Podeschi ha incontrato la stampa. 


Alessandro Mariotti (atleta): “Sono pronto, mi sono allenato moltissimo e sono estremamente fiducioso. Sono emozionato, ovvio, ma sto anche molto bene. Ho preso parte a tantissime gare ma non riesco ad immaginare come sarà questa che è la gara della vita. Per quanto riguarda la mia permanenza a PyeongChang spero per prima cosa di divertirmi tanto, per quanto riguarda la gara so che il livello sarà altissimo ma darò il massimo. Ovviamente non conosciamo la pista né i tracciatori, non sappiamo nulla finchè non saremo in Corea. Sono consapevole di realizzare un sogno, mio personale ma anche il sogno di ogni sportivo. Spero di lasciare un messaggio positivo, vorrei che la mia partecipazione alle Olimpiadi serva a far capire a tanti ragazzi che praticare sport regala soddisfazioni apparentemente inarrivabili. Fate il tifo per me”.

Alessandro Mariotti


Marco Podeschi (Segretario di Stato per lo Sport): “Presentarsi ad un’Olimpiade per un paese come il nostro è motivo di vanto. Sarà un’Olimpiade da record e non potevamo mancare. Ci saremo grazie ad un atleta molto giovane ma estremamente preparato che, come mi riferiscono i vertici del CONS e i suoi tecnici, non ha lasciato nulla al caso. Sono certo che Alessandro possa fare due ottime gare vivendo un’esperienza unica, sportiva, personale e anche per il nostro paese. Da Segretario di Stato non posso non tenere conto che si tratta di Olimpiadi particolare, della situazione mondiale, delle tensioni politiche attorno alla Corea, ma, allo stesso tempo, della gioia della tregua olimpica e dell’ok alla partecipazione della Corea del Nord. Teniamo anche conto che non ci sarà la Russia e che molti atleti gareggeranno sotto la bandiera del CIO. In chiusura voglio rivolgere un sentito grazie ad Alessandro Mariotti e, ancor prima che da Segretario di Stato per lo sport, da suo grande tifoso e da sammarinese voglio chiedergli di prestare molta attenzione, di ricordarsi che la prima manche gli deve aprire le porte alla seconda e ad una classifica positiva e soprattutto di divertirsi e di godersi questa meravigliosa avventura confrontandosi con i suoi idoli e con il più importante contesto sportivo che esista” .


Gian Luca Gatti (capo missione): “Sarà la mia prima esperienza da Capo Missione ai Giochi Olimpici e per questo voglio ringraziare di cuore il CONS che mi ha dato la possibilità di esserci in rappresentanza del mio paese. Sono già stato a Pyeongchang ed ho trovato un ambiente molto sereno, organizzato e assolutamente pronto per ospitare questi Giochi. Noi saremo nel Villaggio Olimpico principale, quello nella zona di montagna e quindi vicinissimi alle piste e ai principali servizi. Parlare di aspettative relative all’atleta è molto complicato quando si parla di sci alpino. E’ ovvio che noi ci aspettiamo tanto ma siamo anche consapevoli che Alessandro non è un professionista e che combatterà contro i più forti al mondo. Ha lavorato benissimo e la qualificazione olimpica se l’è meritata. Nell’ultimo anno è migliorato moltissimo e siamo davvero fiduciosi in vista della gara”.

 

La delegazione sammarinese che andrà in Corea

 

L’ufficio stampa del CONS