La lettera dei Direttori Uoc dell’Iss alla politica: “Pronti a dimetterci in assenza di decisioni risolutive”

"In assenza di decisioni risolutive - scrivono i medici - ritenute ormai improcrastinabili, non saremo più in grado di garantire la necessaria qualità dei servizi, "nonostante l'impegno profuso", vedendoci così costretti, a rimettere gli incarichi di Direttori di UOC dei Servizi Sanitari delL'ISS. Tale decisione, che ci auguriamo possa essere scongiurata, verrà assunta da parte nostra con modalità condivisa e con totale adesione"

Non si placano le polemiche sullo stato della sanità sammarinese. Anzi, la tensione continua ad aumentare. Dopo la denuncia pubblica di Asmo, Associazione medici ospedalieri, ora sono i Direttori Uoc dell’Iss – ovvero i dirigenti ospedalieri – a prendere carta e penna e scrivere alle istituzioni e alla politica.

 

Nella lettera, che trovate integrale qui sotto, i dirigenti palesano tutti i problemi presenti sul tavolo e ormai noti che però non hanno ancora trovato soluzione – tant’è che anche in questi giorni se ne sono andati altri medici dall’ospedale sammarinese – e minacciano le dimissioni. 

 

“In assenza di decisioni risolutive – scrivono i medici – ritenute ormai improcrastinabili, non saremo più in grado di garantire la necessaria qualità dei servizi, “nonostante l’impegno profuso”, vedendoci così costretti, a rimettere gli incarichi di Direttori di UOC dei Servizi Sanitari dell’ISS. Tale decisione, che ci auguriamo possa essere scongiurata, verrà assunta da parte nostra con modalità condivisa e con totale adesione”.

 

Ecco la lettera