L’ex stella del Milan Weah verso la presidenza della Liberia

Il pallone d'oro sarebbe in vantaggio sul vicepresidente uscente Joseph Boakai in diverse contee. Le autorità preposte alla sorveglianza del voto - il primo democratico da 70 anni nel paese africano - hanno però invitato le parti a "smettere di lanciarsi in pronunciamenti prematuri".

In attesa dei risultati provvisori delle presidenziali che già da oggi potrebbe cominciare diffondere la Commissione Nazionale Elettorale della Liberia, la radio di Stato – in via ufficiosa – indica che l’ex star del Milan George Weah sarebbe in vantaggio sul vicepresidente uscente Joseph Boakai in diverse contee. Le autorità preposte alla sorveglianza del voto – il primo democratico da 70 anni nel paese africano – hanno però invitato le parti a “smettere di lanciarsi in pronunciamenti prematuri”. L’inizio dello spoglio delle schede è cominciato ieri in serata e la Commissione elettorale ha due settimane di tempo per rendere noto il risultato finale. 2,2 milioni le persone aventi diritto al voto.

 

Weah, 51 anni, ha vinto il primo turno delle elezioni del 10 ottobre scorso, ma non ha ottenuto il 50% dei voti necessari per evitare il ballottaggio la cui data è stata rinviata più volte per permettere alla Commissione elettorale di indagare su presunte irregolarità e brogli. La Liberia, che si chiama così perché fondata da schiavi liberati in America nel XIX secolo, è stata devastata da due guerre civili nell’arco di 14 anni che hanno ucciso più di 250 mila persone. Resta uno degli Stati più poveri al mondo nonostante sia ricco di diamanti.

 

Fonte: ansa.it