L’Università di San Marino si allarga: a breve l’inaugurazione degli spazi al Wtc di Dogana

Tra meno di un mese verrà inaugurata la nuova sede del corso di Ingegneria Gestionale, del corso di Ingegneria Civile e di Gestione del territorio che dall'ex Tribunale all'interno del Centro storico di Città si sposteranno al terzo piano del World Trade Center di Dogana. Inoltre dal prossimo anno accademico partirà il nuovo corso di Laurea in Comunicazione e Digital media che avrà sede nel centro storico

Continua ad ampliarsi l’offerta formativa dell’Università di San Marino e di conseguenza aumentano anche gli spazi necessari alle varie attività.

 

Tra meno di un mese infatti verrà inaugurata la nuova sede del corso di Ingegneria Gestionale, del corso di Ingegneria Civile e di Gestione del territorio che dall’ex Tribunale all’interno del Centro storico di Città si sposteranno al terzo piano del World Trade Center di Dogana.

 

 

 

 

Il trasloco è in fase di ultimazione mentre l’inaugurazione è prevista per il 9 di luglio.

 

Uno spostamento che ha fatto storcere il naso a diversi che sui social network hanno espresso il timore che il Centro storico perda vitalità e indotto economico.

 

Timori che però dall’Ateneo respingono con forza.

Infatti da una parte lo stabile lungo via Salita alla Rocca rimarrà a disposizione dell’università. Diventerà infatti sede della Biblioteca universitaria e del Dipartimento di Storia che da alcuni anni ne sono privi.

 

 

Inoltre dal prossimo anno accademico partirà il nuovo corso di Laurea in Comunicazione e Digital media che avrà sede nel centro storico.

 

 

Dunque il Centro storico continuerà a beneficiare delle attività dell’ateneo, che ad oggi ha raggiunto il ragguardevole numero di 700 studenti tra i diversi corsi, e allo stesso tempo anche Dogana potrà godere di parte dell’indotto, a partire dagli alloggi per chi frequenta.

 

 

La scelta di spostare il corso di Ingegneria gestionale è dovuta da un lato a problemi di spazio conseguenti all’aumentare degli iscritti e dall’altro al fatto che è frequentata in modo minore da studenti fuori sede per cui logisticamente è più comodo avere la sede a pochi chilometri dal casello di Rimini.