Neve a San Marino, migliora la situazione sulle strade ma restano le polemiche

Nel mirino delle critiche da una parte l'organizzazione dei mezzi spazzaneve che non sarebbero intervenuti in modo puntuale, dall'altra gli automobilisti impreparati. Ecco le previsioni delle prossime ore e dei prossimi giorni

Con il passare delle ore sta migliorando la situazione delle strade della parte alta della Repubblica di San Marino dopo la nevicata delle prime ore dell’alba.

Tra i 15 e i 20 cm di coltre bianca hanno ricoperto le zone più elevate come Città, Fiorentino, Borgo Maggiore, Murata e Chiesanuova.

 

Numerosi i disagi registrati sulle strade nella prima parte della mattinata in corrispondenza del traffico per recarsi nei posti di lavoro. Code e rallentamenti si sono verificati soprattutto nel Castello di Borgo Maggiore, in particolare lungo la superstrada, in via Ca’ dei Lunghi a Cailungo e in via del Bando verso Acquaviva.

 

Immancabili le proteste sui social. Nel mirino delle critiche da una parte l’organizzazione dei mezzi spazzaneve che non sarebbero intervenuti in modo puntuale, dall’altra gli automobilisti impreparati che hanno deciso di avventurarsi sulle strade impervie del Titano senza le necessarie dotazioni causando lunghe file. 

 

Questa ad esempio la situazione a metà mattinata nella zona della Baldasserona, con un grosso camion bloccato in salita (foto Sorpresa! Daily News).

 

 

Diversi i mezzi bloccati. Qui siamo a Borgo dove l’autista un camper, aiutato da un passante, si è dovuto fermare per montare le catene.

 

Nelle prossime ore la neve dovrebbe attenuarsi. Come scrivono gli esperti di Meteo.sm, si prevede ancora neve di debole intensità, a tratti anche moderata, fino al primo pomeriggio di oggi, martedì 13 febbraio.

Nel pomeriggio le condizioni del tempo miglioreranno gradualmente, con residue deboli nevicate.

Domani, mercoledì 14 febbraio, verso metà mattinata avremo un temporaneo aumento della nuvolosità di bassa quota, con possibilità di qualche residuo fiocco svolazzante sulle zone alte della Repubblica.

Giovedì e venerdì tempo buono, con temperature ancora sotto la media del periodo e gelate notturne.

Sabato sopraggiunge una nuova perturbazione atlantica con deboli precipitazioni, a a carattere nevoso sull’Appennino romagnolo al di sopra dei 1000/1200 metri.