Vladimiro Selva, rappresentante comitato contrario alienazione vigente legge elettorale

Lunedì 8 ottobre il collegio garante si pronuncerà sull’ammissibilità dei tre referendum proposti dall’opposizione. Il 4 ottobre si è costituito il Comitato contrario alla proposta di modifica della legge elettorale e che vede Vladimiro Selva come legale rappresentante.

 

Vladimiro Selva fu il primo firmatario del Pdl di iniziativa popolare che portò all’attuale legge e come ricorda: Esistono meccanismi importanti nella partecipazione civica alla politica, come quello che dà ai cittadini il potere di decidere la maggioranza che dovrà governare il paese, ritengo dunque che quella attuale sia una buona legge. Il referendum propone invece che siano i partiti, e dopo le elezioni, a decidere un accordo che i cittadini non avrebbero più modo di valutare”.

 

“ Su questa ipotesi – ribadisce Selva – siamo contrari. Questo non vuole dire che la legge elettorale attuale sia la migliore possibile e che non possa essere migliorata. Ha già diversi anni ed è nata in un contesto politico diverso. Ma quello che viene proposto è uno stravolgimento di un principio a cui noi non vogliamo rinunciare”. 

 

In sintesi, e come ribadito anche da altri esponenti, i punti fermi del Comitato contrario:

1- il voto dei cittadini deve essere preminente sugli accordi tra partiti,
2- il voto del cittadino deve essere vincolante,
3- gli elettori devono sapere anzitempo per cosa e chi votano: le coalizioni devono essere blindate prima del voto.